ISTANZA DI AMMISSIONE AL BANDO COMUNALE A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE


Che cosa e' e a che cosa serve: 

Molte sono le ricerche in atto sull’impatto dell’emergenza sanitaria sulle famiglie italiane, che rilevano quanto la crisi stia provocando conseguenze gravi nell’economia familiare.

Le misure restrittive messe in campo per evitare il diffondersi del contagio hanno avuto e avranno, nei prossimi mesi, un rilevante impatto sui redditi delle famiglie, colpendo soprattutto le fasce meno abbienti. Un numero consistente di famiglie ha dovuto intaccare i propri risparmi, anche in maniera importante, per fronteggiare prima le chiusure delle attività produttive e le lunghe attese per i benefici governativi (Cassa Integrazione, Fondo di Solidarietà, ecc), e, alla ripresa delle attività, i ridimensionamenti dei contratti (riduzione di ore) o l’impossibilità alla ripresa lavorativa a causa dei carichi di cura (minori, anziani e disabili che non hanno ripreso la frequenza scolastica/estiva, nei centri semi residenziali, ecc).
La fiducia per l’immediato futuro è bassa. Si teme la chiusura dell’azienda o la perdita del lavoro o comunque forti perdite di reddito pur mantenendo il lavoro. Cresce il timore delle famiglie di non essere più in grado di far fronte alle spese legate alla quotidianità. Il segmento che appare maggiormente colpito risulta quello delle famiglie con reddito da lavoro autonomo. La crisi ha
determinato cambiamenti importanti delle capacità di consumo, intaccando seriamente la capacità di spesa anche per bisogni primari.

A fronte di un quadro economico in negativa evoluzione, l’amministrazione comunale, pur consapevole della necessità di interventi massici e strutturali a sostegno delle imprese e delle famiglie (a responsabilità di tutte le istituzioni), ha voluto intervenire in via d’urgenza per sostenere i cittadini residenti nel Comune, in questa fase delicata di crisi delle imprese e del lavoro, nell’intento di limitare lo scivolamento dei nuclei familiari in uno stato di maggiore disagio economico, povertà e contestuale crisi dei legami familiari.

Il Comune ha pertanto disposto di attivare, a supporto dei cittadini cernuschesi fortemente colpiti dalla crisi economica a seguito dell’emergenza sanitaria da COVID 19, misure di sostegno al reddito a valenza una tantum, finalizzate a coprire le spese primarie delle famiglie (casa, utenze, spese di prima necessità), con la contestuale proposta di percorsi di educazione finanziaria e di partecipazione attiva alla vita della comunità.

Chi può presentarla: 

I requisiti per l’accesso sono i seguenti:

  •  Avere la residenza anagrafica nel comune di Cernusco sul Naviglio
  • Avere un ISEE familiare in corso di validità non superiore a € 20.000
  •  Perdita del lavoro di uno dei componenti del nucleo o forte riduzione salariale o del fatturato in caso di lavoratori autonomi oltre il 35%, a partire dal 01/03/2020
  • Saldo del/dei conto/ corrente famigliare/i (e di altri beni mobili quali libretti di risparmio, titoli,ecc) alla data del 30/06/2020 non superiore a € 10.000
  • Non percepire, all’interno del nucleo familiare, altre forme di sostegno pubblico continuativo (es. reddito di cittadinanza, Naspi, indennità di mobilità, ecc)

Potrà essere presentata una sola domanda per ogni nucleo famigliare (come risultante dallo stato di famiglia).

Documentazione richiesta: 

Per richiedere la misura comunale a sostegno dei redditi, si dovrà accedere alla piattaforma on
line specifica del Comune, tramite sito istituzionalewww.comune.cernuscosulnaviglio.mi.it,
compilare la domanda on line in tutte le sue parti e allegare la documentazione richiesta attestante
i requisiti di accesso:

  •  documento identità
  • ISEE in corso di validità
  • Certificazione attestante alla data del 30.06.2020 il saldo del/dei Conto/i Corrente/i

La commissione di valutazione, a chiusura del presente bando e durante l’istruttoria delle domande pervenute, si riserva di poter richiedere ulteriori documenti attestanti le dichiarazioni in autocertificazione rilasciate sul modulo on line. In particolare, potrà essere richiesta documentazione attestante la diminuzione delle entrate economiche:

  •  per i lavoratori dipendenti con rapporto di lavoro subordinato, lavoro parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia: riduzione pari ad almeno il 35% delle competenze lorde, incluse eventuali voci non fisse e continuative, relative ai mesi di marzo o aprile rispetto alle competenze lorde percepite nel mese di gennaio 2020;
  • per liberi professionisti e lavoratori autonomi: riduzione media giornaliera del proprio fatturato di almeno il 35% nel periodo gennaio/giugno 2020 rispetto al fatturato medio giornaliero del medesimo semestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate per l’emergenza Coronavirus.
Quando: 

Sarà possibile presentare la domanda a partire dal 20.07.2020. 
l presente Avviso scadrà in data 31.08.2020 ore 12.00. Di seguito verrà nominata dal dirigente del settore servizi sociali una specifica commissione di valutazione delle istanze e stilata e approvata la graduatoria degli aventi diritto ai benefici. L’amministrazione comunale si riserva la possibilità di aggiungere ulteriori risorse a quelle attualmente stanziate e di riaprire successivamente i termini della presentazione delle nuove richieste con modalità a portello.

Normativa: 

Ai fini del rispetto delle vigenti disposizioni in materia di privacy (Regolamento Europeo n°679/2016) si rende noto che:

  • i dati personali forniti verranno trattati esclusivamente per le finalità del presente Avviso, potranno essere comunicati ad altri Enti/società nel rispetto delle disposizioni normative vigenti
  • il conferimento dei dati ha natura obbligatoria in quanto indispensabili per avviare il procedimento amministrativo e l’erogazione del beneficio
  • il dichiarante ha diritto, all’accesso, all’aggiornamento e rettifica, all’opposizione al trattamento, alla cancellazione e limitazione all’utilizzo dei suoi dati personali
  • il Titolare del trattamento è il Comune di Cernusco sul Naviglio, nella persona del Sindaco/Rappresentante legale dell’Ente
  • l’informativa relativa alla privacy è disponibile sul sito istituzionale del Comune di Cernusco sul Naviglio nella sezione “Privacy”
  • il Responsabile del procedimento, ai sensi dell’art. 5 della L. n. 241/1990 è la responsabile del Settore Servizi Sociali, dott,ssa Giustina Raciti

Per ulteriori informazioni rivolgersi al servizio sociale comunale, unicamente al recapito telefonico 029278243 – 362 oppure via mail:ssociali1@comune.cernuscosulnaviglio.mi.it

Responsabile del Procedimento: 
Dott.ssa Maria Giustina Raciti
Ufficio di riferimento: 
Servizi Sociali